Pesto di rucola e mandorle

17 Giugno 2015Giulia
Blog post

La verità è che a noi, gente di corsa, un sughino espresso, veloce veloce, non fa per niente schifo! Se ci aggiungete poi che per prepararlo basta un frullatore e che è possibile conservarlo in frigo per qualche giorno, bhe, neanche a dirlo, diventa una manna dal cielo! “Di corsa” ormai è la mia parola d’ordine, anche perchè, ho notato che quando rallento, tendo ad influenzarmi. E non sto a dirvi che non ho proprio tempo a disposizione per questo genere di attività. Meglio cercare qualche stratagemma riposante, tipo sdraiarsi sul divano tra un’infornata e l’altra o fare riposini rubati in orari inconsueti, un po’ dove capita. Di questa stagione lo sdraio in giardino è una buona soluzione. Ma torniamo al cibo … ecco per voi un salva pranzo che vi lascerà più tempo per riposare. Come vi dicevo basta veramente un frullatore. E rucola … sceglietela giovane e tenera, altrimenti tenderà a rendere il vostro pesto decisamente amarognolo. Il parmigiano grattugiato grossolanamente e i pezzetti di mandorla si abbinano bene al gusto deciso della rucola.

Poi non vi resta che buttare la pasta e servirla. Lo sdraio vi aspetta! Più veloce di cosi!

pesto di rucola e mandorle

 

Ingredienti:

  • 100 gr di rucola fresca e giovane
  • 50 gr di mandorle pelate
  • 80 gr di olio
  • 30 gr di parmigiano
  • sale

Lavate e asciugate la rucola. Grattugiate solo 15 gr di parmigiano, il resto lasciatelo a tocchetti. Riunite gli ingredienti nel frullatore ma usate solo 40 gr di olio. Frullate a più riprese riunendo di volta in volta gli ingredienti con una spatola. Frullate fino a quando ottenente una consistenza che vi aggrada. Io ho preferito tenerlo grossolano per sentire la croccantezza delle mandorle e la granulosità del parmigiano. Unite il resto dell’olio e versate il pesto in un vasetto ermetico. La superficie deve essere coperta di olio per migliorare la conservazione. Tenete in frigo o utilizzatelo subito per condire una pasta stemperandolo con l’acqua di cottura.

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta