Re-cake#18: Babka al cioccolato fondente e mandorle profumato all’anice

23 Ottobre 2016Giulia
Blog post

Buono, buonissimo, non posso dire molto di più! Nel giro di pochi giorni ho sfornato 4 pagnottelle di babka. E tutto grazie al Re cake#18 che me l’ha fatto incontrare per la prima volta. Si tratta di un dolce polacco lievitato, ripieno con frutta secca e cioccolato.  Una spirale golosa e morbida che ho avuto il piacere di reinterpretare in questi giorni, scegliendo di abbinare le mandorle tritate al cioccolato fondente, mescolando farina di kamut e tipo 1 senza venir meno alla sofficità. Ho pensato di profumare l’impasto con anice stellato e utilizzare il liquore greco Ouzo all’anice per lo sciroppo. Giusto per fare un salto nei ricordi estivi e caldi delle mie vacanze greche. L’ouzo è un liquore diluito,  non troppo forte, che viene servito come aperitivo, per questo motivo ho ritenuto non necessario diluirlo ulteriormente con acqua. L’anice regala una nota fresca e aromatica a questo ricco pane farcito. Tagliatelo a fette dopo averlo fatto raffreddare e copritelo con un foglio di alluminio durante gli ultimi minuti di cottura per non far scurire troppo la superficie. Inoltre, trovo molto comodo poter far riposare l’impasto in frigorifero per tutta la notte per poi riprendere comodamente la lavorazione la mattina successiva. Al contrario, potete anche preparare l’impasto la mattina e lasciarlo in frigorifero fino alla sera. Qui di seguito la ricetta passo passo con le mie modifiche.

Non smetterete più di prepararlo, promesso!

Evviva il mio primo re_cake!

babka-anice-10

INGREDIENTI

Per l’impasto:

530 g farina 00 (io ho utilizzato 200 gr di farina tipo 1 , 100 gr di farina di kamut, 230 gr di farina tipo 0)

150 g burro
100 g zucchero
3 uova
12 g lievito di birra fresco
1 limone
120 ml di acqua (io ho lasciato in infusione nell’acqua calda 4 stelline anice stellato per 30 minuti per aromatizzarla)

Per il ripieno:
130 g cioccolato fondente
120 g burro
100 g noci pecan (per me mandorle senza pellicina)
50 g zucchero a velo
30 g cacao amaro
2 cucchiai di zucchero semolato

Per finire :
40 g miele
2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio
2 cucchiai di acqua (io ho utilizzato 4 cucchiai totali di liquore greco Ouzo all’anice , essendo molto leggero non l’ho diluito con l’acqua ma utilizzato puro)

 

babka-anice-2

 

PROCEDIMENTO

Preparare l’impasto
Versare la farina (le farine), lo zucchero, il lievito (sciolto precedentemente in metà dell’acqua -prevista- tiepida) e la buccia grattugiata del limone in una terrina. (io ho utilizzato l’acqua aromatizzata con le stelline di anice. L’impasto ha necessitato di tutta la quantità di acqua prevista. L’utilizzo della farina tipo 1 tende a richiedere più acqua rispetto alla farina 00)
Aggiungere le uova, il burro a temperatura ambiente e l’acqua al centro, iniziare a impastare una decina di minuti. L’impasto finale dev’essere elastico e piuttosto colloso.
Coprire con della pellicola e lasciar lievitare per 1h30 a temperatura ambiente, e poi 2 ore nel frigorifero (oppure tutta la notte in frigorifero).

Preparare il ripieno
Far sciogliere il burro con il cioccolato a bagnomaria, aggiungere lo zucchero a velo e il cacao, mescolare bene il tutto e tenere al fresco per 10 minuti. A parte, tritare grossolanamente le noci pecan. (per me le mandorle)

Preparazione treccia
Riprendere l’impasto, dividerlo a metà e stendere una metà in un rettangolo di circa 30x40cm. Spalmarlo con metà della crema di cioccolato, cospargere con 1 cucchiaio di zucchero e metà delle noci. Arrotolare sul lato più lungo, poi tagliare il rotolo per metà nella lunghezza infine intrecciare le due metà, e disporre la treccia ottenuta in una teglia di 22x8cm (foderata con della carta forno). Due stampi per pane in cassetta vanno bene
Ripetere tutto ciò con l’altra metà dell’impasto.

babka-10babka-12

 

babka-1babka-2

 

babka-8

 

Lasciar lievitare a temperatura ambiente per 1h poi infornare a 190°C, per 30-40 minuti, o fino a quando uno stecchino uscirà asciutto. Personalmente mi sono serviti 35 minuti di cottura avendo l’accortezza di coprire le pagnotte con un foglio di alluminio per gli ultimi 10 minuti. La parte esterna tende ad essere croccante, al contrario l’interno del dolce è morbido e umido 

 

 

 

Preparare lo sciroppo per finire il dolce
Scaldare leggermente il miele insieme all’acqua di fiori d’arancia e l’acqua, spennellate le trecce appena sfornate. Io ho mescolato il miele con 4 cucchiai di Ouzo 

babka-anice-9

Con questa ricetta pertecipo al re-cake#18

5 Commenti

  • Paola Del Medico

    25 Ottobre 2016 at 21:53

    Ciao, complimenti X le tue ricette . Mi piacciono un sacco! Volevo chiederti cos è la farina 1? Grazie e buona serata

    1. Giulia Moscardo

      26 Ottobre 2016 at 9:54

      Ciao Paola! La farina tipo 1 è farina semintegrale. La 00 è la più raffinata, la tipo 2 è più integrale. Al supermercato dovresti trovarla senza particolari problemi . Grazie di essere passata di qui

      1. PAOLA

        26 Ottobre 2016 at 13:05

        GRAZIE PER LA SPIEGAZIONE E BUONA GIORNATA

  • SARA

    31 Ottobre 2016 at 11:09

    Bravissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    1. Giulia Moscardo

      2 Novembre 2016 at 8:28

      Grazie Mille Sara!

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta