Stollen, il pan dolce delle feste

4 Gennaio 2015Giulia
Blog post

Mi piace condividere  e mi piace creare  per qualcun’altro. Mi piace pensare che ciò che cucino possa far felice qualcuno anche per pochi minuti. Mi piace regalare qualcosa che creo perchè, anche se non si conserva nel tempo, ciò che si conserva è il ricordo, il gusto, il piacere del palato, il gesto. Sapere che qualcuno ha impiegato tempo, energia e amore per te non è una cosa che si dimentica. E poi si sa, amore e passione sono ciò che fanno riuscire al meglio ciò che facciamo. Questo Natale ho pensato di adottare una tradizione nordica e provare a preparare lo stollen.

Pane dolce di origine tedesca, speziato, intenso, fruttato. La tradizione vuole che venga preparato durante le festività, ma non una, bensì due pagnotte. Una da tenere, l’altra da regalare. Quindi, complici le basse temperature, mi sono messa ad impastare. Ho utilizzato la ricetta del mio ricettario kitchen Aid, apportando leggere modifiche. Ho utilizzato il rhum austriaco e un liquore all’anice greco per aromatizzare l’impasto. Ho profumato con zest di arancia e limone, ho usato frutta essiccata candita, quella buona, acquistata ai mercatini natalizi, ma non propriamente consueta, come papaya, zenzero, kiwi e ananas. All’interno di queste pagnottelle si nascondono due filoncini di marzapane che compaiono al taglio della fetta e regalano un gusto burroso, zuccherino dal sapore di mandorla. Questo pane è ricco e sostanzioso, molto profumato e lo trovo veramente perfetto per un regalo elegante e goloso.  Avete ancora qualche giorno di tempo per prepararlo, la befana è in arrivo! Non dimenticate di completare con un fiocco rosso e un biglietto … cosi sarà veramente un regalo da non scordare.

 

stollen

 

Ingredienti:

  • 100 gr di uvetta sultanina
  • 50 gr di frutta essiccata candita (io ananas, papaya, zenzero, kiwi)
  • scorza grattuggiata di 1 arancia e 1 limone
  • 1 cucchiaino di cardamomo macinato
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di semi di anice
  • un pizzico di pepe nero
  • vaniglia in bacca
  • 2 cucchiai di rhum scuro (io ho usato lo Stroh austriaco)
  • 500 gr di farina
  • 1 cucchiaio di liquore all’anice
  • 9 gr di lievito secco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 150 ml di latte tiepido
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di zucchero grezzo di canna
  • 50 gr di burro
  • 2 uova sbattute
  • 300 gr di marzapane
  • burro fuso e zucchero a velo per la decorazione

 

stollen

 

Tagliate a piccoli pezzetti la frutta essiccata, riunitele in una ciotola con l’uvetta, il rhum, il liquore all’arancia e le scorze di arancia e limone e le spezie. Lasciate riposare per 2 ore. Mescolate il lievito in una tazza con il cucchiaino di zucchero, il latte appena tiepido e 125 gr di farina. Lasciate riposare coperto con un canovaccio per un’ora nel forno spento con la luce accesa.

Trascorso il tempo, aggiungete la farina rimasta, il sale, lo zucchero, il burro a dadini e le uova sbattute. Lavorate il tutto a mano o con una macchina impastatrice. Ottenete un impasto malleabile, se necessario aggiungete un goccio di latte. Continuate a lavorare l’impasto e poi lasciatelo riposare per un’altra ora coperto, in forno spento con la luce accesa o fino a raddoppio del volume.

trascorso il tempo riprendete l’impasto, lavoratelo leggermente, e incorporate la frutta essiccata tenuta a bagno nel rhum. Rovesciate l’impasto su una spianatoia e dividetelo in due porzioni. Dividete anche il marzapane in 4 parti, 2 per ogni pagnotta. Da ogni porzione di impasto ricavate un rettangolo. Inserite una porzione di marzapane ridotta a filoncino che deve avere la stessa lunghezza del rettangolo, avvolgete un po’ l’impasto e inserite il secondo filoncino. Avvolgete il resto dell’impasto e richiudetelo sigillando i bordi. Otterrete una pagnotta con all’interno due filoncini di marzapane. Fate la stessa operazione per la seconda pagnotta. Sistematele su una leccarda e lasciate lievitare per altri 30 minuti. Scaldate il forno a 180 gradi e fate cuocere per 30/35 minuti fino a quando la superficie non risulta dorata. Fateli raffreddare su una griglia. Spennellateli con burro fuso e spolverateli con zucchero a velo. Non dimenticate di regalare una delle due pagnottelle!

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta