Seitan – fatto in casa

3 Luglio 2014Giulia
Blog post

Come avevo promesso tempo addietro mi sono cimentata nella preparazione del seitan, preparandolo totalmente in casa a partire da acqua e farina. Si tratta di un procedimento lungo ma semplice, che vi darà parecchia soddisfazione. La resa non è altissima, otterrete tra il 40 e il 60 % in peso rispetto alla farina dalla quale siete partiti. Vi consiglio di utilizzare farina di manitoba che essendo una farina forte (cioè più ricca in glutine), vi permetterà di ottenere una resa maggiore.

Ciò che vi occorrerà saranno pochi ingredienti. Potete preparare il vostro seitan e successivamente congelarlo, dopo averlo lasciato marinare in un brodo ricco e saporito per circa 48 ore. Durante la cottura potete scegliere se aggiungere salsa di soia e alga Kombu. Quest’ultima è particolarmente indicata ed è comunemente usata per questa preparazione. Come è noto, questo alimento, ad alto contenuto proteico, può essere consumato come sostituto vegetale della carne insieme a derivati della soia e legumi. Questa è la preparazione base, potete aromatizzarlo come più vi piace e  successivamente lo potete utilizzare per le vostre ricette: scottandolo in padella a fette, in spezzatino o in ottimo ragu’. Ma di questo ne parlerò più avanti. Nel frattempo mettete le mani in pasta e provate la soddisfazione di prepararvi il seitan home made! Tutti al lavoro!

 

seitan

 

Ingredienti:

  • 1 kg di farina di manitoba
  • acqua q.b. circa 600 gr

 

Per il brodo e la marinatura

  • 1 cipolla
  • 3 carote
  • 1 gambo di sedano
  • salsa di soia
  • sale
  • rosmarino e altre erbe aromatiche
  • alga Kombu (fac)

 

  • spago
  • strofinaccio bianco

 

 

Iniziare mettendo in una pentola capiente gli ingredienti per il brodo e lasciate bollire in modo che il liquido si insaporisca. Create un impasto con acqua farina e poco sale. L’impasto deve essere omogeneo, morbido ma non troppo e facilmente malleabile. Aggiungete a poco a poco l’acqua necessaria e continuate ad impastare.  Coprite con uno strofinaccio e lasciate riposare per minimo 1 ora in modo che si formi la maglia glutinica .

Dopo un’ora, liberate e pulite accuratamente il vostro lavabo e iniziate a lavare l’impasto con acqua calda e fredda finchè l’acqua non si colorerà più di bianco, tutto l’amido sarà uscito dall’impasto e otterrete una maglia fibrosa. Cambiate l’acqua spesso e maneggiate l’impasto con energia fino ad ottenere acqua quasi limpida. A questo punto avrete un composto molto spugnoso. La parte zuccherina del cereale si sarà sciolta in acqua e avrete conservato la frazione proteica e fibrosa.  Avvolgetelo in un canovaccio, chiudete le estremità e legatelo con lo spago come si fa per i salami. Mettete il vostro seitan nel brodo e cuocetelo per 1 ora, poi lasciate intiepidire e tagliatelo a fette. Togliete le verdure dal brodo, mettere il brodo in un contenitore, arricchitelo con altre erbe e salsa di soia. Depositate nella marinatura le fette di seitan, sigillate con pellicola e lasciate marinare in frigo per 48 ore.  Al temine potete utilizzare il vostro seitan a piacere o congelarlo per consumarlo in seguito.

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta