Schiacciata di patate, cavolo cappuccio viola e fontina.

4 Marzo 2021Giulia
Blog post

Io credo che ci sono verdure che per qualche strano motivo vengono consumate poco oppure sfruttate sempre nella solita ricetta. Il cavolo cappuccio viola ad esempio ha preso parte per anni alle mie insalate ma a nient’altro. Ho iniziato poi a sperimentare qualche altro piatto come ad esempio la deliziosa vellutata sfruttando il suo colore intenso e piacevole.

Oggi ve lo propongo come parte di un ripieno goloso per un piatto smart che può essere un piatto unico, un secondo piatto, una pietanza da aperitivo e da pic nic. Insomma… semplice, veloce e sempre adatto. Si tratta di uno sformato di patate arricchito con fontina, verza e cavolo cappuccio. Una vera delizia!

Sul blog trovate altre idee per utilizzare il cavolo cappuccio come il cavolo cappuccio alla trentina, l’insalata con zucchine grigliate e nocciole, e la vellutata di cavolo cappuccio viola.

Buon appetito!

 

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • 350 gr di patate
  • 1/2 cipolla bianca
  • 150 gr di verza
  • 150 gr cavolo cappuccio viola
  • 130 gr di farina
  • 200 gr di acqua tiepida
  • 100 gr di fontina o altro formaggio fondente e saporito
  • sale
  • pepe

 

 

Sbucciate le patate, lavatele e gratuggiatele con  una gratuggia a fori larghi.

In una padella capiente fate soffriggere con tre cucchiai di olio la cipolla finemente tritata. Unite le patate e lasciatele cuocere qualche minuto mescolando fino a renderle morbide. Regolate di sale e pepe. Se necessario aggiungete un goccio di acqua. Regolate di sale e pepe.

Spadellate il cappuccio rosso e la verza tagliandole finemente e rendendole morbide ma ancora croccanti. Regolate di sale e pepe.

Mescolate uova, farina e acqua evitando di formare grumi.  Unite le patate, le verdure, il formaggio. Distribuite il composto in una teglia da forno antiaderente una con olio oppure rivestita con carta forno.

Infornate a 180 gradi in forno caldo e ventilato. Quando la schiacciata è dorata giratela e cuocetela dall’altro lato fino a quando formerà la crosticina. Servite caldo.

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta