I miei primi Macaron

4 Maggio 2017Giulia
Blog post

Mai avrei pensato di provarli. Mai avrei pensato di essere stupita positivamente dal risultato. Perché i miei primi macaron non sono perfetti, ma sono venuti proprio bene per essere al primo tentativo e che soddisfazione!! Due gusci croccanti e leggeri di meringa alla mandorla che si abbracciano e si accoppiano avvolgendo uno strato di crema golosa e morbida.  La magia!

Il merito è di mtc challenge, che mi ha dato lo spunto,  la spinta,  la voglia di mettermi alla prova!  La verità è che se io avessi molto tempo a disposizione, ogni giorno proverei qualcosa di nuovo…ma rimettiamo i sogni momentaneamente nel cassetto e torniamo a noi.  Ah vi dicevo: mtc challenge. Divertente gruppo di foodblogger che mensilmente si cimentano in argomenti diversi in una vera scuola di cucina pratica e virtuale allo stesso tempo.  Li seguo da lontano, aspettando con interesse le sfide mensili per sbirciare tutti i consigli utili su ogni argomento. Ed è arrivato il momento della sfida sui macaron i cui risultati sono stati un piacere per la vista, posso solo immaginare per il palato! In quei giorni, ogni volta che sbirciavo un social, le bacheche venivano riempite da perfetti dolcetti colorati dalle farciture più inconsuete, accompagnati da quell’aria parigina a cui non si può certo resistere. La bellezza mi coinvolge e mi conquista,  non resto certo indifferente.

Dopo stupore ed ammirazione,  lo step successivo è stata la lista della spesa. Perché io ci volevo proprio provare! Sono fatta così!  Non mi restava quindi che mettermi in marcia, la strada sarebbe stata lunga e complicata. Per prepararli ho seguito alla lettera i consigli di Ilaria del blog “Soffici”,  letti e riletti,  studiati alla perfezione.  Ma poi si sa,  tra il dire e il fare…

 

Ho studiato la ricette, tempistiche e preparazione.  Mi sono organizzata giorni prima, cosa preparare e come procedere.  Perché in questi casi,  dove il procedimento è lungo e la ricetta complicata, è necessaria una accurata pianificazione.  Gli ingredienti sono pochi ma i punti critici sono numerosi.

Ho optato per una versione molto semplice dei macaron,  per azzerare le difficoltà e facilitarne la preparazione. Ho colorato solo metà dell’impasto con una punta di colorante rosso in gel.  Ho utilizzato come farciture una semplice ganache al cioccolato fondente ed una crema al mascarpone con confettura di fragola.  Due farciture facili da preparare che richiedono poco lavoro.  Belli e buoni!

Prendetevi del tempo, rilassatevi,  state tranquille. Fatevi accompagnare dall’entusiasmo e dalla buona volontà.  Leggetevi la ricetta di Ilaria e tutte le sue indicazioni, non potrete sbagliare!

Provate la versione basica o bizzarritevi con gusti e colori, fatevi avvolgere dall’atmosfera della Parigi più chic,  da quelle vetrine da cui è davvero difficile staccare lo sguardo. E qualunque sia il risultato abbiate fiducia e ritentate, gioite e provate nuovamente!  Avete sfornato dei macaron,  non crederete ai vostri occhi!!

Ricetta di Pierre Herme’, dal blog “Soffici” di Ilaria

 

Ingredienti:

32 – 35 pz

  • 150 gr di zucchero a velo
  • 150 gr di farina  di mandorle
  • 110 gr di albumi (55 gr x 2 )

Per lo sciroppo:

  • 150 gr di zucchero semolato
  • 50 ml di acqua

 

  • colorante in gel

 

 

Tostate la farina di mandorle a 150 gradi per 10 minuti in forno (stendetela su una placca rivestita di carta forno). Sfornate poi e lasciate raffreddare completamente. Frullate la farina con lo zucchero a velo e setacciatela. Ripetete questa azione per 2 volte . Il composto deve risultare impalpabile. Preparate questo composto anche il giorno precedente e conservatelo in un contenitore ermetico.

 

A questo punto incorporate i primi 55 gr di albumi a crudo, con una spatola. Devo ottenere un composto morbido e denso.

Preparate lo sciroppo: Versate lo zucchero in acqua in un tegame e cuocete a fuoco medio. Misurate la temperatura con un termometro da cucina. Quando il composto arriva a 115 gradi, cominciate a montare in planetaria gli altri 55 gr di albumi, ad alta velocità. Quando il termometro raggiunge i 118 gradi, versate lo sciroppo a filo sulla meringa (attenzione che la meringa non deve ancora essere completamente montata). Montate il composto per 1 minuto. Riducete la velocità delle fruste e continuate a montare fino a quando la meringa risulta gonfia, lucida e la temperatura sara’ scesa sotto i 40 gradi. Se volete aggiungere il colorante aggiungetelo in questo momento. Aggiungetelo in piccolissima quantità perchè con il tempo tenderà a diventare più intenso.

MACRONAGE: Aggiungere una piccola parte di meringa nella ciotola contenente il composto di mandorle. Mescolate e cercate di rendere il composto più fluido. Poi aggiungete il resto della meringa in più volte, delicatamente, mescolando con una spatola dal centro verso l’esterno della ciotola, cercando di non smontare il composto e raccogliendo continuamente l’impasto. L’impasto è pronto quando sollevando la spatola l’impasto forma una nastro che fatica a spezzarsi.

Con una moneta di 2 euro disegnate tanti cerchietti sulla carta forno. Poi capovolgetela e sistematela sulla leccarda. Riempite la sac a poche con il composto di mandorle e meringa.

Spremete bene la sac a poche in modo da non mantenere aria all’interno e chiudetela.

POCHAGE: Tenete la sac a poche perpendicolarmente alla leccarda, a circa 2 cm sopra la teglia. Spremete piccole porzioni di impasto dentro ad ogni cerchietto , torcendo ogni volta la sac a poche. Sbattete delicatamente la leccarda sul piano di lavoro per far assestare l’impasto. Lasciate riposare 30 minuti o tutto il tempo necessario a raggiungere il punto in cui se con delicatezza sfiorate un cerchietto di impasto, esso non vi si appiccicherà al dito. significa che i macaron hanno riposato sufficientemente.

Scaldate il forno a 180 gradi. Cuocete a 180 gradi per 2 – 3 minuti fino a quando si forma il collarino esterno, poi abbassate a 140 – 150 gradi per 10 – 12 minuti. Poi sfornate e togliate la carta forno dalla leccarda appoggiandola su un piano freddo per bloccare la cottura. Lasciare raffreddare, poi staccare i macaron e farli riposare con la parte piatta verso l’alto.

FARCITURA: Per la farcitura io ho scelto una ganache al cioccolato fondente e una crema al mascarpone con confettura di fragole.

Ganache al cioccolato:

Fate scaldare 125 ml di panna liquida fino quasi ad ebollizione. Spegnete il fuoco e aggiungete 125 gr di cioccolato fondente al 70 % ridotto a scaglie. Mescolate fino a sciogliere tutto il cioccolato. Aggiugete poi una noce di burro, rendete omogeneo e lasciare intiepidire mescolando di tanto in tanto fino a quando il composto risulta denso e cremoso come una crema spalmabile. A questo punto potete utilizzarla per farcire i macaron. Accoppiateli a due a due con all’interno una noce di crema. Potete farcirli con una sac a poche o un cucchiaino in base alla densità della crema. Quando accoppiare i macaron fate fare ai due dischetti una quarto di giro facendo una leggera pressione tra le due metà.

Per la crema al mascarpone montate con le fruste 125 gr di mascarpone con 2 cucchiai di zucchero a velo e l’interno di una bacca di vaniglia. Aggiungete uno o due cucchiai di confettura di fragola in base i vostri gusti.

Questa crema sarà più umida e tenderà ad ammorbidire i macaron. Conservateli in frigo in un contenitore ermetico per massimo 48 ore

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta