Crostata della nonna con marmellata di prugne e amaretti

Il contest di Rigoni di Asiago,  a cui io tengo sempre molto, ci invita questo mese a raccontare la nostra cucina dei ricordi e io non potevo esimermi dal condividere con voi le mie dolci tradizioni culinarie in famiglia. Fare un salto nel passato,  ricordare le occasioni felici è sempre piacevole ed emozionante. Avrei preferito raccontarvi tutto ciò tra un paio di mesi,  ma ho pensato pensato di cogliere l’occasione e farvi fare un salto a piedi pari nell’atmosfera natalizia, immergervi qualche minuto,  in anticipo, tra i profumi e i sapori dei mesi più freddi che hanno sempre riscaldato e reso prezioso ogni mio inverno in famiglia.  Non potevo non raccontarvi della mia crostata di Natale. Probabilmente lo troverete inusuale come dolce da servire alla fine di un pasto così importante ma le tradizioni in ogni famiglia si costruiscono negli anni e talvolta possono essere molto curiose. Questa una torta semplice e genuina, pare non abbia nulla di speciale se non l’indimenticabile bontà delle cose preparate dalle nonne.  La preparava sempre la mia nonna paterna, la infornava la vigilia,  magari nel forno della stufa a legna nella sua antica casa e il giorno successivo, dopo una notte di riposo,  sarebbe stata sempre più buona. La serviva con una spolverata di zucchero a velo e dei rametti di agrifoglio come decorazione.  Le fette avanzate il 25, rimanevano per la colazione del giorno di Santo Stefano,del resto,  a stomaco vuoto la crostata è ancora più deliziosa.

Si tratta di un guscio di frolla che racchiude al suo interno un generoso ripieno di marmellata di prugne (naturalmente fatta in casa dalla nonna) ,  poco dolce,  con tutto il sapore della frutta.  Viene coperta da una sorta di crumble croccante preparato con amaretti e pangrattato.  Morbida,  croccante e burrosa.  Amaretti e prugne si sposano alla perfezione e il Natale non è lo stesso senza questa crostata.  La mia nonna sarebbe sicuramente felice di sapere che non abbiamo mai smesso di prepararla e ogni volta che il profumo di burro e amaretti invade la cucina,  noi pensiamo sempre a lei.  Naturalmente ho utilizzato la confettura di prugne “fior di frutta” di Rigoni di Asiago che apprezzo molto perché trovo sia poco dolce e abbia il vero sapore della frutta. Sostituisce magnificamente la marmellata fatta in casa.  Non vi resta che accompagnarmi in questo viaggio dei ricordi con una fettina di crostata!

 

Continue reading

Barrette di amaranto con fichi e miele

Merenda,  mia amata merenda…  La ricordo come un momento di pausa serena tra un libro e l’altro, quattro passi all’aperto,  mezz’oretta di musica,  due pagine di giornale,  una telefonata tra amiche e qualcosa di goloso sotto i denti.  Ricordo le merende pomeridiane come uno dei momenti in cui mamma si prendeva cura di me,  dolce,  silenziosa,  distraendomi dallo studio con qualcosa che mi aiutasse a tenere viva l’attenzione. Spesso merende veloci molto simili a quelle di oggi,  talvolta invece merende deliziose, golosissime, che oggi mi sembrano un vero e proprio miraggio.  Le calorie ingurgitate a 12 anni alle quattro del pomeriggio non sono ripetibili a trenta. 😊 E questa è davvero una grande differenza.  Una seconda differenza è che il lavoro ha preso il posto dello studio e la pausa è pratica,  veloce,  spesso un frutto,  un caffè, una barretta o qualche mandorla.  E non c’è mamma a preparare la merenda. Quindi? Prepariamocela noi una merenda sana e gustosa. Qualcosa di pratico e nutriente, ottima da portare al lavoro o a scuola. Oggi prepariamo delle barrette! Io ho utilizzato la farina di amaranto di Antico Molino Rosso , miele, fiocchi di avena, fichi secchi e pochi altri ingredienti. A me sono piaciute molto e mi hanno davvero soddisfatto. Le ho mangiate volentieri anche a colazione. E sono davvero facili da preparare! Pronti via!

 

Continue reading

Ice cream muffin with chocolate peanuts

Tutto è iniziato quando la mia amica Silvia mi ha fatto notare sul blog della deliziosa Chiarapassion una ricetta curiosa e semplicissima preparata con soli due ingredienti.  Una torta preparata con il gelato. Fredda? Direte voi… No, cotta in forno! Come poteva essere possibile?

Per togliermi tutti i dubbi non mi restava altro che provare. Ciotola, gelato al cioccolato e farina,  tutto insieme con un cucchiaino di lievito, e poi in forno in un semplice stampo per plumcake.  Devo dire che sono rimasta davvero stupita, morbido e lievitato, perfetto per la colazione. Un vero successo se pensate ai soli due ingredienti di cui uno davvero insolito e apparentemente inadatto. Mancava solo un po’ di sapore. Ho pensato di usare la stessa ricetta personalizzandola e aggiungendo qualche ingrediente per aumentare il gusto e l’intensità. Secondo i miei gusti mancava un po’ di carattere..

Ho quindi optato per dei muffin,  cioccolatosi e golosissimi preparati con del gelato alla crema e cioccolato e arricchiti da arachidi ricoperte di cioccolato.  Una vera americanata!

Le arachidi croccantine rendono questi tortini meno noiosi e il cioccolato delle praline si scioglie all’interno creando un ripieno fondente e irresistibile.  Potete utilizzare il gelato che preferite: gianduia,  nocciola, caffè.  L’importante è che si tratti di gelati alle creme e non alla frutta.  completate con frutta secca, croccante,  meringhe,  glasse e ciò che più vi aggrada.  Infornate e fate merenda, accompagnateli con una tazza di the.

 

 

 

Continue reading

Insalatina di sedano, mele e noci

Anche se le temperature si sono decisamente abbassate io non disdegno qualche piatto fresco e leggero. Sulla mia tavola le insalate sono sempre le benvenute. Facili e veloci da preparare sono un ottimo pranzo da portare al lavoro e questo per me è un gran vantaggio. Avete mai assaggiato il sedano in insalata? Finisce in molte pietanze, dal soffritto più classico al minestrone più comune, ma non è mai il re del piatto.  Io lo preferisco bianco e croccante.L’ho abbinato a fette di mela rossa, ancora non completamente matura. Qualche gheriglio di noce saporito e nutriente e una carota colorata. Non vi resta che condire! Pochi ingredienti e zero noia. Oggi siamo in versione light!

 

 

Continue reading

Camille

Adoro le torte di carote,  soffici e morbide, dall’interno umido e dal gusto delicato. Ne esistono di molti tipi  e le ricette si sprecano,  ognuna diversa in base all’ispirazione e alla provenienza.  Non posso non menzionare la carrot cake, american style, alta e imponente, i cui strati sono coperti da generoso strato di crema al formaggio.  Le cose stanno diversamente invece per quelle tortine morbide e deliziose,  adagiate su pirottini bianchi e incartate ad una ad una. Forse uno tra i più sani tipi di merenda tra gli scaffali. Famose?  Direi famosissime. Quella tipica forma a cupoletta,  sobria e aranciata che che ti lascia leggera e soddisfatta, mi piacciono molto.

Non è la prima volta che mi cimento in questo genere di merendina, ma non è facile trovare la giusta ricetta. Questa volta invece ho trovato la ricetta perfetta. Questa è la ricetta di Assunta Del blog “La cuoca dentro”. È davvero preziosa perché le camille escono dal forno come quelle comprate,  sono soffici, leggere e umide, come piace a me.  Gli ingredienti sono pochi e sani.  Viene utilizzato il succo di arancia,  olio di semi e mandorle in farina.  Niente burro.  La rivoluzione della semplicità,  finalmente, benvenute nel mio ricettario.  Vi aspetto per la merenda!

 

Continue reading

Coni di pasta fillo, con mele spadellate all’anice e crema al limone

La stagione in cui mi rannicchio sul divano a mangiare mele cotte tiepide cosparse da una esagerata spolverata di cannella è alle porte, come pure quella in cui i filtri di tisane si susseguono immerse in tazze di acqua bollente,  una dopo l’altra, come se non bastassero mai. Questa è la stagione in cui il cibo di conforto è necessario più che in altre, perché ormai lo sapete,  questo freddo settembre porta a me una gran voglia di consolazione pre letargo invernale, del camino acceso, delle lunghe tavolate di amici a cena.

Quindi lo vogliamo fare un buon dolcetto autunnale semplice e appagante? Qualcosa alla portata di tutti per fare davvero una bella figura e incontrare i gusti di molti? Se la torta di mele fa un po’ effetto “nonna”  (cosa che io ritengo deliziosa e per nulla spiacevole,  tutt’altro..) il dessert di oggi è diverso dai soliti sebbene gli ingredienti siano semplici. Quello che fa la differenza è la croccantezza.  Perché se un dolce è presente una nota croccante (come la chiamano gli addetti ai lavori),  bhe il piatto si fa più interessante. Ed è proprio così.  Ho abbinato mele spadellate profumate all’anice con una crema al limone e un cono di croccante pasta fillo.  Tre preparazioni che potete preparare in anticipo,  conservarle a dovere e servirle tranquillamente ai commensali al momento del dessert. Così le signore di casa vengono agevolate e arrivano a cena più rilassate, il che non guasta mai!

Se l’autunno ha questo sapore,  direi che lo possiamo accogliere di buon grado non vi pare?  A presto!

 

Continue reading

Crunchy chocolate salame

Oggi un post croccante e godurioso che vi verrà buono in ogni stagione dell’anno. Il dolce di oggi di diritto si inserisce prepotentemente nella mia lista “piatti da buffet” per il suo grado si apprezzamento da parte dei commensali di ogni eta’ e per l’ineguagliabile comodità nella preparazione.  Oggi vi presento il Crunchy Salame di cioccolato.

Un salame speciale perche’ gli ingredienti sono ridotti in tocchetti grossolani e cio’ permette di percepire i differenti sapori in maniere chiara e distinta regalando l’effetto  croccantezza che tanto mi piace. Cioccolato e biscotti sono tenuti insieme da una crema irresistibile di burro morbido, zucchero, uova e rhum. Il salame va servito freddo da frigo, cosparso da cacao amaro e tagliato a fette spesse.

Questa ricetta è della signora Giuliana, amica di famiglia, che sapeva esattamente come deliziare gli amici dei figli alle feste di compleanno. Questo dolce se lo ricordano tutti ed era richiesto ad ogni ricorrenza.  Bilanciate la dolcezza del salame togliendo zucchero se utilizzate cioccolato al latte ma io vi consiglio un buon cioccolato fondente o addirittura un fondente al 70 % in cacao. Se avete molti ospiti utilizzate 500 gr di biscotti e calibrate proporzionalmente in resto degli ingredienti. Otterrete due salami anzichè uno. Potete prepararlo in anticipo e conservarlo in frigo per 2 – 3 giorni, oppure potete prepararlo con molti giorni di  anticipo, congelarlo, e scongelarlo in frigo la sera prima di servirlo, Spolverate nuovamente con abbondante cacao, tagliate a fatte e il dolce sarà perfetto. Provare per credere!

 

 

Continue reading

Fusilli di farro con crema di zucchine e primosale

Ultime zucchine? No dai non ditemi cosi, io le amo e faccio veramente fatica a rinunciarci! Cosi dolci, versatili, allegre ed estive, le vorrei sempre sulla mia tavola! Oggi le zucchine sono le protagoniste di un signor piatto di pasta, ricco di gusto e semplicità. Una crema di zucchini saporita e aromatica avvolge dei fusilli artigianali di farro accompagnati da una dadolata di formaggio primosale alla rucola. Un formaggio bianchissimo e fresco, impreziosito da foglie di rucola, mi ha rapito al banco del mercato e non ho potuto esimermi dall’acquistarlo. Il primosale a contatto della pasta calda non si scioglie, ma si ammorbidisce. Due rondelle di zucchine croccanti completano il piatto. La voglia di estate non mi abbandona mai, che ci posso fare? Consolamoci con una forchettata di pasta, vi aspetto a pranzo!

 

 

Continue reading

Esperienza sensoriale alla fiera del riso di Isola della Scala

Venerdi 15 settembre alla fiera del riso di Isola della Scala in provincia di Verona si è tenuta la presentazione del “Teatro del Gusto”. Altre amiche blogger e io siamo state invitate a partecipare grazie alla collaborazione dell’ente Fiera con Aifb. Ma facciamo un passo indietro: conoscete la fiera del riso? Ci tengo particolarmente a questa premessa perchè, come sapete, sono veronese e dalle nostre parti questo evento è molto popolare e ogni anno gode dell’affluenza di moltissimi visitatori al punto che la sua durata oggi è di 26 giorni. La struttura è davvero grande e comprende aree riscaldate adibite all’assaggio e alla degustazione di molti tipi di risotti, aree dedicate alla storia del riso, manifestazioni, sfilate e spettacoli oltre a 150 espositori da tutta Italia come è contemplato in  una vera e propria fiera. Quest’anno gli eventi dedicati al mondo del food sono oltre 100. Davvero un’offerta ricca per gli amanti dell’argomento, grazie anche alla creazione del “Teatro del Gusto” dedicato a chef, giornalisti, blogger, appassionati, intenditori. Noi abbiamo partecipato all’apertura e all’inaugurazione dello spazio “Teatro del Gusto” , serata dedicata alla scoperta della sensorialità per valutare e raccontare il cibo. La serata è stata tenuta da Stefania Pompele, in compagnia della frizzante Serena Codognola. Stefania ci ha accompagnato in un viaggio attraverso le neuroscenze, cio’ che collega il cervello con le papille gustative e viceversa, la memoria, i ricordi.

 

 

Continue reading

Crema dolce di miglio con frutta e cannella

Sono felicissima di condividere con voi questa ricetta.  Felicissima perché per me è stata una grande scoperta!  Credo che farla conoscere sia un grande aiuto innanzitutto per tutte quelle mamme che ci tengono a far crescere il proprio bimbo con merende sane e gustose, abituandolo a riconoscere e apprezzare gusti naturali e non commerciali.  Inoltre credo che sia un buon aiuto per chi vuole qualche idea per colazione e merenda nutrienti, digeribili, ricche di vitamine, proteine e carboidrati complessi.  In ultimo, ma non per ultimo,  una buona idea per chi come me non ama il miglio pur essendo consapevole del suo elevato, fantastico  e utilissimo valore nutrizionale.  Vi ho ancora raccontato di come mamma lo affogasse nella besciamella per farmelo mangiare. Il miglio è un vero toccasana per pelle, unghie e capelli. Combatte la caduta,  li rinforza e li rende luminosi. Una vera medicina naturale. Ma purtroppo non è molto apprezzato conosciuto.

Questa ricetta è di mamma,  che ne è arrivata a conoscenza dopo un giro di passaparola che non sono in grado di ricostruire. Ma il passaparola è il mezzo migliore per queste cose e io quando ho assaggiato questa cremina di miglio sono rimasta piacevolmente sorpresa.

Il procedimento è facile e veloce,  gli ingredienti sono pochi e semplici. Una piccola quantità di miglio viene cotta nel latte di riso (o latte che preferite), zuccherata con frutta fresca di stagione ed essiccata cotta insieme,  il tutto poi frullato e ridotto a crema.  Buona? Buonissima!  Ottima per colazione e merenda. Potete cambiare gusto variando la frutta fresca e la frutta essiccata.  Potete aggiungere cacao o altro dolcificante.  Libertà alla fantasia.

Questa versione è senza lattosio, senza glutine,  senza grassi e zucchero.  Ottima per tutti veramente!  Amanti delle creme, dei pudding, dei budini.  Amanti del cibo sano.  Fatevi avanti!

 

 

Continue reading