Treccia dolce con albumi e olio di sesamo

Questa breve e dolce storiella che vi racconto inizia in una fredda serata invernale quando tuorli e albumi vengono separati,  destinati a seguire percorsi differenti.

I tuorli vengono allontanati in breve tempo, sono molto incuriositi dal loro destino.  Scoprono con piacere di venir utilizzati per creare spuma chiara e soffice che diventerà poi una crema vellutata, aromatizzata alla cannella. Sconfortati per la separazione improvvisa dai loro compagni di guscio sono però molto felici di mettere il naso fuori e di essere destinati ad un nobile scopo dove si sentono re e regine di coppetta, felici di assumere cannella e scorza di limone come fedeli sudditi.

Gli albumi invece, sostano in un ciotolino plasticoso nel frigorifero,  circondati da un vasetto di olive e un panetto di burro. I tentativi di quest’ultimi per allietare il morale degli albumi si rivelano vani, tanta sembra essere la nostalgia e il senso di abbandono che hanno lasciato innegabilmente gli adorati tuorli. Accade spesso che gli albumi vengano abbandonati e dimenticati, considerati come la parte meno nobile dell’uovo, meno utile,  nonostante il loro candido colore, la loro leggerezza e il loro ricco contenuto in proteine.  Ma la verità è che non se ne sono mai fatti una ragione.  Nel profondo,  gli albumi temono fortemente,(come spesso succede),  di dover essere montati all’inverosimile per creare croccanti e altezzose meringhe che,  per quanto siano affascinanti e dotate di innata eleganza, sono troppo comuni e noiose e sembrano non rendere loro giustizia. E questo per loro e’ piuttosto deprimente, hanno voglia di novità, di non sentirsi un ripiego,  di cambiare aria.

Continue reading

Zuppa di cannellini e cavolo nero

Qui non smette di ghiacciare!  Siamo deliziati da giornate soleggiate ma piuttosto fredde che arrivando nelle ore notturne a raggiungere parecchi gradi sotto lo zero. La giornata inizia meglio per chi ha potuto lasciare l’auto al coperto e può risparmiarsi di grattare il ghiaccio dai vetri.  E chiamaci poco! Nonostante il leggero disagio mattutino stamattina ho notato la forma dei cristalli che erano particolarmente definiti e grandi.  Decisamente eleganti! Quasi quasi mi dispiaceva toglierli dal vetro. Ho sorvolato sui miei pensieri romantici concentrandomi a rendere il vetro sufficientemente trasparente per permettere di guidare senza andare contro al primo palo della luce.  Il mio pensiero meno romantico invece era rivolto ad un piatto di zuppa calda che la sera mi avrebbe consolato e rimesso in sesto al primo cucchiaio.  L’avevo già preparata. Cena pronta e deliziosa. Questo si che fa andar meglio la giornata!

Qualcosa che preparato il giorno precedente è ancora più buono?  Questa! Zuppa di cavolo nero e cannellini. Invernale,  calda,  salutare e davvero buona!  Già finita!

Continue reading

Tortine salate romantiche con bietole, ricotta e asiago

Ciao a tutti amici romantici! Oggi ci occupiamo di San Valentino che è ormai alle porte. Tanti, tanti cuori in questo periodo  e non possono mancare quelli commestibili,  non vi pare?  avete già pensato al menù della vostra cenetta? Io vi propongo queste piccole tortine salate ripiene con bietola,  ricotta e asiago. Sono golose e comode, le potete preparare in anticipo e riscaldarle nel forno all’ultimo minuto.  Ho usato pasta sfoglia pronta per rendere la preparazione più spiccia e facile.  Ho decorato con cuoricini di sfoglia, altrimenti che San Valentino è?? 💗

tortini romantici con bietole ricotta e asiago (2)

 

Continue reading

Deliziosi frollini allo zenzero candito di Nicole, senza latte, senza uova

Questo post è dedicato agli scettici.  A quelli che se non ci sono burro e uova la torta non è buona. A quelli che “se devo fare un peccato di gola voglio un dolcetto fatto come si deve”.  Insomma,  pure a me piacciono i dolci “preparati con tutti i crismi e i tradizionali ingredienti”, tuttavia ci sono parecchi motivi per provare qualcosa di diverso.  E se le parole non vi bastano io vorrei proprio che si passasse ai fatti,  anzi, … Ai morsi! Addentare uno di questi frollini è stata pure per me una vera sorpresa.  Friabili e saporiti, con il brio dello zenzero candito.  Pochi ingredienti,  semplici e di qualità,  niente grassi animali, solo olio buono e zucchero di canna.

Io amo i biscotti e questi non riuscivo a smettere di mangiarli!

La ricetta è di Nicole del blog “senzalattesenzauova”  che mi ha regalato i biscotti nel periodo natalizio ed erano così buoni che, dopo averli terminati, le ho chiesto la ricetta. Facilissimi e dal risultato sorprendente! Il prossimo passo sarà una crostata.  La ricetta base rimane la stessa, voi potete utilizzarla per tutto ciò che vi piace!

Volete una buona merenda per i vostri bambini?  Ecco la risposta!  Armatevi di stampini tagliabiscotti e trasformate la vostra cucina in una nuvola di farina.  E il profumo?  Hmmmmmm…non vi dico nulla.  Dovete provarli!

 

Continue reading

Fusilli alla curcuma con crema di carote e timo

Oggi faccio un’eccezione alla regola.  Si perché a me il colore arancione proprio non piace.  E ve ne parlo in generale: tende,  cuscini, vestiti,  pareti di casa o di alcuni negozi, insomma l’arancione nelle sue declinazioni mi porta un senso di fastidio che nessun altro colore provoca. Se entro nei negozi Wind, ad esempio, mi viene voglia di prendere a pugni qualcuno o di prendere la porta all’istante (ok sto esagerando ma il concetto l’avete capito). Amo il giallo,  il rosso,  ma l’arancione mi mette in difficoltà. 😂Solamente in pochi casi questo colore mi fa stare bene, solamente poche sfumature o intensità. Per esempio, frutta e verdura: un’arancia, una carota, un’albicocca o il simpatico peperone. Questi mi piacciono davvero molto, sarà che il loro pigmento è naturalmente vivace e rallegrano i piatti e la tavola come niente altro. Ah, mi dimenticavo le gerbere,! Quelle deliziose grandi margherite dai petali vellutati, talvolta gialle,  rosa o arancioni, bellissime! Quindi che problema ho? Mah non l’ho ancora scoperto ma l’unica cosa che so è che sono molto sensibile ai colori e l’atmosfera complessiva del luogo che mi circonda tende a influenzarmi parecchio.

Ma bando alle ciance!! Come vi dicevo, oggi cuciniamo arancione!  Cuciniamo con ingredienti dai colori vivaci e allegri e dalle numerose buone proprietà.  Che ne dite di un cremoso piatto di fusilli?

Ho utilizzato i fusilli di grano duro alla curcuma prodotti dai miei amici de L’Origine.  Fusilli bio deliziosi arricchiti da questa preziosa spezia dorata dalle proprietà antinfiammatorie. Li ho avvolti in una cremina alla carota dal gusto delicato insaporita con noce moscata e timo. Potete arricchire con le erbe aromatiche che preferite e qualche pezzetto di carota al forno.

Un ottimo primo piatto dal colore caldo  e dal gusto sorprendente.

Provare per credere!

Continue reading

Rose di sfoglia e mele

Le torte di mele sono sempre di moda e sempre di stagione.  Vuoi perché ami i dolci confortevoli, vuoi perché adori le cose vintage, vuoi perché “come quella della nonna non c’è ne”, vuoi perché è perfetta per merenda,  colazione, dopocena,  serata sul divano.  Insomma, davvero non si sbaglia.  Devo dire che spesso può anche capitare di dimenticarsene o di tenerla poco in considerazione proprio per la sua tradizionalita e il suo essere molto classica,  ma basta un morso e dico uno solo, per ricredersi all’istante.  Hmm “devo prepararla più spesso”.  È davvero un pensiero comune.

Tanto è buona e comune,  tante ma davvero tante sono le versioni che esistono. Ogni famiglia ha la propria che custodisce gelosamente salvo scambiarla con le amiche all’ora del the in cambio di una ricetta altrettanto all’altezza.  Anche in questo blog ogni tanto ne compare una versione nuova,  senza dimenticare il lato economico: è un dolce davvero poco costoso.

Oggi invece voglio uscire dall’argomento “torte di mele” in senso stretto,  per avventurarmi tra tutti i dolcetti di mele,  magari meno classici ma più simpatici, magari sfiziosi monoporzione.  Ho preparato le rose di sfoglia, tanto in voga sul web qualche mese addietro (si sa che io arrivo sempre in ritardo),  molto eleganti e facili da preparare. Procuratevi qualche mela e due rotoli di basta sfoglia e potrete servire delle eleganti rose di mele golose e leggere. Insomma qualcosa di nuovo dall’aspetto intrigante,  belle da fotografare. Con la sfoglia pronta naturalmente non pregiudicherete la velocità della ricetta, se  invece preparatela sfoglia da voi, ne guadagnerete in bontà e soddisfazione.

La ricetta è davvero facilissima,  a prova di principiante,  nonostante questo potete trovare le foto passo per passo e il procedimento ben spiegato qui di seguito.  La buona riuscita non può che essere una certezza!

 

rose-di-mele-e-sfoglia-10

 

Continue reading

Cakes Lab: Torta da pic nic con mele e mandorle

Dopo che i miei plumcake hanno vinto l’ultima sfida del crazy taste del 2016, mi ritrovo ora piacevolmente a collaborare con lo staff del Cakeslab per testare il libro del mese da loro scelto. L’argomento di gennaio sono le mele. Comunissimo frutto presente sempre sulle nostre tavole e nelle nostre vite, per le sue proprietà benefiche e perché rappresenta da sempre la merenda perfetta. Ma noi ci occupiamo di qualcosa di più goloso, confort food per eccellenza,  di antica tradizione, buono in ogni stagione: la torta di mele. Ognuno di noi ha la torta di mele preferita, di famiglia,  della nonna,  dell’infanzia,  dei ricordi più dolci e piacevoli.

Il libro “una mela al giorno”  di Keda Blake ci propone circa 70 ricette a base di mele comprese composte,  tiramisù,  e svariate versioni di pie.

Oggi io ho testato per voi la torta da pic nic con mele e mandorle.  Questo dolce dall’esecuzione molto semplice è adatto ad ogni momento della giornata.  È preparato con pochi ingredienti, contiene una buona quantità di mandorle,  pochissima farina,  niente lattosio e nessun grasso.  La trovo perciò una soluzione sana e gustosa per colazione o merenda.  A mio parere è possibile eliminare totalmente il glutine sostituendo i 50 gr di farina con una farina glutenfree come quella di grano saraceno o di riso, oppure provare con della fecola. A mio gusto diminuirei di poco da quantità di zucchero di canna dell’impasto per una spolverata di zucchero a velo sulla superficie che rende la torta decisamente più carina.

Ma adesso passiamo alla ricetta!  It’s Apple time!

Torta da pic nic mele e mandorle

Continue reading

Riso all’orientale

Come spesso accade tutto inizia da un ingrediente: un vasetto di germogli in salamoia che ho comprato qualche tempo fa e che sostava in dispensa tra marmellate e pomodorini secchi.  I germogli hanno un sacco di proprietà benefiche per l’organismo e sono molto utilizzati nella cucina orientale anche se da noi non così comuni. Quello che apprezzo davvero tanto è la loro consistenza leggera e croccante particolarmente piacevole all’assaggio. Ho voluto così farli passare dalla dispensa alla padella utilizzandoli per arricchire un riso saltato alle verdure, nel modo più semplice possibile abbonandoli a pochi ingredienti. Ho utilizzato un riso per sushi, dal chicco tondeggiante e ricco di amido.  Questo riso tende ad agglomerarsi proprio per il contenuto in amido e per il metodo di cottura che prevede il consumo dell’acqua e il risposo successivo.  È perfetto da mangiare con le bacchette. Un goccio di salsa di soia e qualche striscetta di frittata per completare e il piatto è pronto. Adesso non vi resta che impiattare il riso con un piccolo stampino oppure servirlo in una ciotola, e sedervi a gambe incrociate su di un tappeto. Ah,  non dimenticate le bacchette,  sono d’obbligo!

 

Riso all'orientale

Continue reading

Crespelle radicchio e brie

Oggi faccio un passo indietro per condividere con voi un piatto che durante le festività ho preparato più volte. Una volta per testarlo, la seconda per servirlo con sicurezza. Del resto funziona cosi no? Non saro’ certo l’unica ai fornelli che prova più volte lo stesso piatto fino a trovare la ricetta che più mi aggrada! E’ vero che in questo momento siamo tutti in dieta depurativa ma è sempre il momento buono per qualche buona idea da metter da parte. Spesso mi si chiede cosa mangiamo noi vegetariani durante le feste o le occasioni importanti ed ecco la risposta. Nulla di strano o inusuale, ma un piatto golosissimo e sostanzioso, degno d’essere la portata principale di un pranzo importante. Crespelle radicchio e Brie.

Saporite ed eleganti, potete prendervi il lusso di preparale in anticipo e scaldarle al momento (io ritengo che questo sia sempre un gran vantaggio). La verdura è di stagione e conferisce colore e carattere al piatto oltre al retrogusto amarognolo che ben bilancia la cremosità e la dolcezza del formaggio. Potete sceglierle se tenerle morbide o lasciarle qualche minuto in più sotto il grill per creare la crosticina. Inoltre la ricetta base delle crepe (io uso quella di GZ) è priva di sale e zucchero e per questo davvero versatile e si presta ad ogni farcitura.

Questo è davvero una pietanza che tutti apprezzano e il bis è assicurato!

Crespelle radicchio e Brie

 

Continue reading

Ciambella all’arancia

Dopo tutte queste feste e questi pasti abbondanti abbiamo tutti quanti voglia di un po’ di semplicità. Attenzione, non sto parlando di alimentazione dietetica (anche se ne avremmo tutti di bisogno), sto parlando di cose basiche,  easy,  senza fronzoli.

Sto parlando di certezze per il palato. Iniziare la giornata con una ciambella morbida e soffice, come quelle che preparava la nonna è rassicurante  e davvero piacevole. È una certezza.  Una ciambella non fa sorprese,  è tutta li, come la si vede,  preparata con pochi ingredienti che ci sono sempre nella credenza. Con la sua forma perfetta e tondeggiante,  si consuma fetta dopo fetta,  fino ad arrivare ad una mezzaluna che ci culla a colazione accomopagnandoci nei primi passi verso il lavoro.  Compito difficile il suo, che adempie con ineccepibile diligenza e un pizzico di dolcezza .  È nata per questo. Del resto ho sempre pensato che la ciambella fosse davvero romantica.

Oggi la preparo all’arancia.  Pronta per la colazione di domani. Profumata e con tanta spremuta diventerà un must della vostra cucina.  Non ci resta che infornare!

ciambella arancia (1)

Continue reading