Torta tartufata

2 luglio 2018Giulia
Blog post

In occasione del mio compleanno quest’anno ho rispolverato dal mio repertorio la torta tartufata, ne ho rinnovato la decorazione ed ho approfittato per una foto più attuale. Ho già condiviso con voi questa ricetta qualche anno fa in occasione di un serata speciale tra vecchi amici dove l’ho preparata per la nostra fine cena ed è stata davvero molto apprezzata.

E’ uno di quei dolci che funzionano sempre, al cioccolato: amato da tanti, di cui molti totalmente dipendenti. Semplice e veloce, da preparare in anticipo e da servire fresca. Crema fresca su base morbida, tutto dark, compreso il cacao sulla superficie, per il quale ho optato la versione zuccherata, per non esagerare con la nota amarognola.

In questa ricetta è necessario utilizzare un anello regolabile. La base in cottura tende a diminuire di diametro e restringersi visibilmente. L’anello della tortiera a cerniera usato per la cottura, non potrà essere adatto al montaggio della torta perché risulterà troppo largo. Se non possedete l’anello regolabile potete  spalmare la crema come meglio potete sulla superficie della base e lasciar solidificare in frigo. inoltre potete eliminare la robiola e aggiungere altri 50 ml di panna per una versione più leggera. La farcitura non risulterà esteticamente regolare ma il gusto vi farà dimenticare ogni imperfezione.

… e poi lasciate che una forchettata di questa torta sia la nota dolce e cioccolatosa delle vostre serate da non dimenticare …

 

 

Dal libro: “Delizie al forno”. Ricetta rivista e leggermente modificata

Ingredienti:

  • 55 gr di zucchero
  • 25 gr di farina
  • 25 gr di cacao
  • 2 uova
  • 50 ml di caffè
  • 2 cucchiai di rum
  • 250 ml ( o 300 ml) di panna da montare
  • 1 robiola piccola
  • 220 gr di cioccolato fondente
  • cacao zuccherato e zucchero a velo per decorare

 

Procuratevi un tortiera con anello apribile di 24 cm di diametro. Imburratela e rivestite il fondo di carta forno facendola aderire bene. In una terrina termoresistente o un piccolo tegame inserite zucchero e uova, ponete il recipiente su di una pentola di acqua bollente, A bagnomaria montate uova e zucchero con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite farina e cacao tra loro, setacciateli e uniteli al composto spumoso mescolando con la spatola dal basso verso l’alto in modo delicato senza smontare. Accendete il forno e impostatelo a 220°C. Versate il composto nella tortiera, livellatelo e a forno caldo iniziate la cottura e proseguitela per 7/10 minuti.Togliete dal forno e fate raffreddare. A base fredda, ponetela sul piatto da portata, circondatela con un anello regolabile. Mescolate il caffè con il liquore  e distribuitelo con un cucchiaio sulla base.

 

torta tartufata (2)

 

Fondete il cioccolato a bagnomaria e lasciatelo raffreddare. Montate la panna. Unite la robiola al cioccolato solamente quando quest’ultimo sarà freddo e aggiungete la panna delicatamente senza smontarla, dal basso verso l’alto. Versate la farcitura sulla base avendo cura di livellare e distribuirla bene nei bordi. Conservate in frigo per 4/5 ore. Trascorso il tempo, con un coltello appuntito percorrete il perimetro della torta e sfilate l’anello. Ricoprite la superficie con cacao amaro setacciandolo.

A questo punto potete procedere con la decorazione di zucchero a velo. Potete utilizzare un cartoncino apposito come ho fatto io, oppure potete ottenere un effetto zebrato molto carino ricavando delle strisce di carta forno di circa 2 cm in larghezza, disponendole sulla superficie della torta distanziandole di 2/2.5 cm tra loro  e spolverizzando con zucchero a velo. Otterrete cosi la zebratura superficiale. Servite rigorosamente fredda.

 

2 Commenti

  • Diego

    13 agosto 2014 at 16:13

    Bellissime parole che fanno della serata trascorsa una cosa da ripetere. Vedendo la foto della torta mi fa venire in mente delle strisce pedonali… mancano solo i Beatles e diventa Abbey Road. Ora la sperimentiamo anche noi!!! Era troppo buona!!!!

    1. giuly.83

      13 agosto 2014 at 18:12

      Ciao Diego, splendida serata è vero, da ripetere al più presto! Nel frattempo tenetevi occupati con qualche fetta di torta! E grazie!

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta