Risi e bisi

Quest’anno il Giro d’Italia festeggia il centesimo anniversario. A tal proposito, mi sento di confessare che non sono particolarmente sportiva, non sono solita nemmeno seguire gli eventi sportivi in televisione. Il mio cuore batte per la danza. Tuttavia questo compleanno è una ricorrenza importante e un evento storico che ci inorgoglisce tutti, nessuno escluso.  Ho voluto quindi recuperare le mie lacune contribuendo alla mia maniera, partecipando con entusiasmo e coinvolgimento all’iniziativa di AIFB per il Giro d’Italia 2017. L’idea è quella di associare ad ognuna delle tappe del tour ciclistico (che sono ben 21, tante quante le regioni), una ricetta della regione attraversata, un piatto tipico legato alla terra e alle tradizioni del posto. Un delizioso tour parallelo, piacevolissimo e decisamente poco faticoso, tra i patrimoni culinari e le prelibatezze italiane.

A tal proposito, oggi, a colpi di pedalate, i nostri migliori ciclisti percorreranno pianure e montagne venete fino ad arrivare ad Asiago, tra salite e discese, verdi boschi e panorami deliziosi. Io ho pensato di festeggiare la mia regione, preparando per l’occasione un piatto tipico, semplice, presente nel ricettario di ogni famiglia: Risi e bisi. Si tratta di un primo piatto a metà tra un risotto morbido e una densa zuppa. Preparato dalle nonne, dalle mamme e adorato dai bambini. Viene cucinato utilizzando rigorosamente riso vialone nano e piselli  freschi coltivati nella nostra terra. Come spesso accade per i piatti antichi della tradizione, ne esistono parecchie versioni, simili ma non uguali. Alcune ricette prevedono l’utilizzo dei baccelli, altre l’aggiunta di pancetta. Io naturalmente vi propongo i miei Risi e bisi, il piatto della mia famiglia. Leggero e saporito, è un piatto confortevole che scalda il cuore.

E mentre ci deliziamo con qualche cucchiaio di Risi e bisi, facciamo un caloroso tifo per tutti i ciclisti partecipanti al Giro. In bocca al lupo ragazzi!

#aifb #Giro100 #Giroditalia #grantourditalia 

www.risovialonenanoveronese.it

 

Ingredienti:

  • Una cipolla bianca tritata finemente
  • 15 gr di burro
  •  150 gr di piselli surgelati
  • 400 ml di brodo per cuocere i piselli
  • 150 gr riso vialone nano
  • 1 litro brodo vegetale
  • 2 cucchiaino di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • un giro di olio extra vergine
  • sale
  • pepe

 

 

Sciogliete in un tegame il burro a fuoco lento. Fatevi soffriggere dolcemente la cipolla tritata molto finemente. Lasciatela imbiondire.  Aggiungete i piselli,  un po di sale,  il brodo e lasciate cuocere i piselli fino a quando vi sembrano teneri.

Aggiungete ora il riso e la maggior parte del brodo rimasto.  Continuare la cottura a fuoco medio per circa 15 minuti o fino a quando il riso vi sembra cotto. Deve essere un riso molto morbido,  a metà tra un risotto e una minestra.  Aggiungete il resto del brodo per renderlo più morbido.  Terminate regolando di sake, pepe,  unite il prezzemolo e il parmigiano.  Servite molto caldo con il cucchiaio naturalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la seguente frase... Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.