Pasta e fagioli

9 aprile 2018Giulia
Blog post

Dopo l’articolo scritto per Aifb, sono ancora immersa nella cucina tradizionale della mia città.  Verona è una città davvero magica ai miei occhi. Cosi romantica, ricca di bellezza e di arte, circondata da colline verdeggianti, dal lago di Garda, a breve distanza dal mare e dalla montagna. Un luogo davvero unico! Oggi ho voluto festeggiare la cucina veronese con un piatto tipico di questa zona: la pasta e fasoi, ovvero, pasta e fagioli. Io sono veramente legata a questo piatto, lo trovo un ottimo comfort food, adoro mangiarla bollente nella stagione fredda e tiepida nei mesi più caldi.  Si tratta di una zuppa densa e sostanziosa preparata con pasta e fagioli e pochi altri ingredienti. E’ un piatto completo che fornisce carboidrati e proteine vegetali e una buona quantità di fibre.

E’ un piatto che affonda le proprie radici nel medioevo, la ricetta è antica e tradizionale ma la vera origine è contesa tra molte regioni del nostro Paese. Come ogni ricetta antica cosi diffusa, ne esistono svariate versioni: chi la prepara con pasta lunga, chi con pasta corta, chi aggiunge del pomodoro e chi la preferisce in bianco, chi la prepara in versione vegetariana, chi aggiunge qualche cotica di maiale per aggiungere sapore. Piatto sostanzioso ed economico, veniva servito nelle locande ai tempi dell’Impero Romano e successivamente consumato da braccianti e contadini che potevano cucinarla utilizzando i prodotti dell’orto a disposizione. A Verona la pasta e fasoi è tutt’ora presente nel menù di alcune osterie del centro storico

Questa è la mia versione, semplice e gustosa, quella che preparo a casa e che mamma cucina divinamente. Cremosa e sana con fagioli borlotti e pasta corta, una vera bontà!

 

 

Ingredienti:

  • 300 gr di fagioli borlotti secchi tenuti a bagno per 12 ore (se partite da fagioli semicotti calcolate circa 500 gr che corrispondono a 2 tazze da te’ di legumi)
  • 2 foglie di alloro
  • 1/2 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 costa di sedano
  • 2 patate medie
  • tre cucchiai di passata di pomodoro
  • una crosta di parmigiano o di grana padano
  • sale grosso
  • 1,5 lt di acqua
  • olio, pepe e parmigiano facoltativi per completare
  • 150 gr di ditalini

 

Mondate e pulite le verdure. Tritatele finemente (cipolla, sedano e carota). Fatele soffriggere in un tegame capiente. Aggiungete poi la passata di pomodoro, le erbe aromatiche e la patata a dadini, la crosta di formaggio a tocchetti. Aggiungete anche i fagioli e un po’ di sale grosso. Coprite con l’acqua e lasciate cucinare abbondantemente, a fuoco lento, anche un paio di ore. I fagioli devono risultare teneri. Quando i legumi saranno cotti  eliminate l’alloro. Ora potete decidere se frullare una parte della zuppa o tenerla tal quale. La patata crea cremosità perciò io preferisco tenere i fagioli interi ma ben cotti. Se vi pare troppo densa aggiungete del brodo, se vi pare troppo lenta frullatene una parte. Regolate la zuppa di sale, calatevi i ditalini e cuocete fino a quando la pasta risulta al dente. Servite bollente con un filo di olio e una generosa spolverata di pepe e di parmigiano. Buon appetito!

 

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta

Copyrighted Image