Paccheri ripieni al forno con funghi e patate

28 marzo 2018Giulia
Blog post

Nel pacco natalizio che ho ricevuto in regalo era compresa una confezione di paccheri di Gragnano: formato molto comune nel sud Italia ma ahimè, altrettanto poco utilizzato qui al nord. Gragnano inoltre è una zona famosissima per la produzione di pasta e il grano di questo luogo è pregiato e rinomato. Ma i paccheri, come si cucinano? Si cucinano come una normale pasta, si mantengono al dente e carnosi, adatti ad essere spadellati con sughi ricchi dal sapore mediterraneo, si prestano molto anche ad essere farciti grazie alla loro forma che assomiglia ad un piccolo cannellone. Io ho pensato di metterli al forno, coperti da uno strato di besciamella e farciti con patate e funghi. Del resto Pasqua si avvicina e questa potrebbe essere una buona idea per il pranzo non vi pare? Inoltre potete prepararli in anticipo e infornarli poco prima di servirli, e questa è una gran comodità per chi sta ai fornelli! Un piatto ricco e saporito a cui potete apportare diverse varianti utilizzando verdure di stagione e erbette primaverili. Quindi iniziamo!

 

Ingredienti:

  • 20 paccheri (circa 250 gr)
  • 2 patate lesse medie (peso da crude circa 400 gr)
  • 400 gr di funghi cotti (io ho utilizzato due confezioni di funghi surgelati)
  • Mezza cipolla bianca
  • Una noce di burro
  • Una manciata di prezzemolo
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 30 gr di parmigiano
  • sale
  • pepe
  • aglio

Per la besciamella:

  • 500 ml di latte
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di farina
  • Sale
  • Noce moscata

 

 

 

Lessate le patate a vapore o in acqua, togliete la buccia e schiacciatele con una forchetta. Lasciatele intiempidire.

In una padella scaldate il burro con un goccio di olio e lo spicchio di aglio. Soffriggete la cipolla tritata finemente fino a farla imbiondire. Eliminate l’aglio. Aggiungete i funghi tagliati in piccoli pezzi e fate cuocere fino a renderli morbidi. Lasciate asciugare l’acqua nella teglia, salate, pepate e lasciate da parte.

Quando i funghi saranno tiepidi mescolateli con le patate, aggiungete il prezzemolo e il parmigiano. Per rendere il composto più morbido e cremoso aiutatevi con del latte, aggiungendolo poco alla volta, solo il necessario. Assaggiate il ripieno accertandovi che sia sufficientemente saporito.

Nel frattempo portate ad ebollizione una pentola di acqua leggermente salata, calatevi i paccheri e lasciateli cuocere per poco più di metà del tempo indicato sulla confezione. Non si devono rompere. Scolateli, sciacquateli sotto acqua fredda, e ungeteli con un filo di olio.

Preparate la besciamella: in un tegame fate scaldare il latte. In un secondo tegame fate sciogliere il burro a fiamma lenta, spegnete il fuoco, unite la farina, mescolate bene con una piccola frusta fino a sciogliere i grumi, rimettere sul fuoco fino a quando il composto diventa dorato. Unite un po di latte caldo e mescolate sempre in modo da diluire il composto di farina. Unite a più riprese il restante latte, unite un pizzico di sale, una generosa grattugiata di noce moscata. Cuocete per cinque sei minuti fino ad ebollizione. Poi spegnete e lasciate intiepidire mescolando con la frusta di tanto in tanto.

 

Distribuite sul fondo della pirofila un velo di besciamella. Riempite i paccheri e disponeteli nella pirofila alternandoli con la besciamella. Continuate fino ad esaurire gli ingredienti. Terminate con uno strato di besciamella e una spolverata di parmigiano.

Infornate in forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Servite caldo

 

 

 

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta precedente Prossima ricetta