Gnocchi di zucca al cucchiaio

Ciao amici, bentornati sul Pomodorino! Oggi vi coinvolgo in un post godurioso, una ricetta rustica e casalinga che unisce in un sol piatto due cose che amo: la zucca e gli gnocchi.  Gli gnocchi sono da sempre il mio primo piatto preferito. Mi piacciono preparati in tantissimi modi,  del resto,  si prestano a molte varianti per accontentare tutti i palati e soddisfare le fantasie di chi sta ai fornelli. A partire  dagli gnocchi di patate a quelli alla romana, fino ad arrivare ai canederli trentini. La zucca invece, versatile come non mai,  è preziosa da ogni punto di vista. Scarsa in calorie ma ricca di colore e gusto, allieta  le mie cene invernali facendomi alzare dal sedia sazia,  appagata,  senza sensi di colpa. Al forno o in vellutata non delude mai.

Oggi non preparo gli gnocchi di zucca in un impasto consistente lavorabile con la mani, come per il più tradizionale degli gnocchi. Preparo gli gnocchi al cucchiaio. Cioè un impasto morbido da calare in acqua bollente a piccole porzioni aiutandosi con due cucchiai umidi.  Sono facili e gustosi. Calibrate la consistenza dello gnocco in base ai vostri gusti. Credo che questo sia molto importante. Fate la prova della cottura come vi spiego nella ricetta e  non potete sbagliare.  Conditeli con burro e parmigiano e serviteli caldissimi oppure fategli venire la crosticina due minuti sotto il grill del forno.  Una bontà!

Ingredienti per 4 persone:

  • 520 gr di polpa di zucca cotta circa
  • 1 uovo
  • 40 gr di parmigiano per l’impasto
  • 300 gr di farina
  • 100 ml di acqua
  • 100 gr di burro
  • 5 foglie di salvia
  • parmigiano a piacere
  • sale
  • pepe

 

 

Schiacciate la polpa di zucca con lo schiaccia patate, per un paio di volte, e riunitela in una ciotola. Unite un uovo, il parmigiano, un cucchiaino di sale, una spolverata di pepe, e la farina, aggiungendola a poco a poco. Vi consiglio di lavorare il tutto con una frusta a mano. L’impasto risulta denso ma non lavorabile con le mani come un normale gnocco.

Fate la prova cottura: scaldate un piccolo pentolino di acqua fino a farla bollire. Prendete una piccola porzione di impasto aiutandovi con un cucchiaino. Fatela ricadere in acqua e aspettate un minuto che lo gnocco sia cotto. Assaggiatelo. Se vi piace più consistente aggiungete farina, se lo preferite più morbido aggiungete acqua. Aggiustate anche sale e e pepe. Quando l’impasto vi sembra pronto potete proseguire con la cottura degli gnocchi .

Preparatevi del parmigiano gratuggiato e fate fondere il burro con le foglie di salvia. Tenete da parte.

fate bollire una pentola di acqua leggermente salata. Quando bolle fate ricadere in acqua piccole porzioni di impasto aiutandovi con due cucchiaini umidi. Va bene anche se sono irregolari, l’importante è che non abbiano dimensione troppo diversa . Quando tornano a galla prelevateli con un colino e fateli ricadere in una pirofila dove provvederete a condirli man mano con burro fuso e parmigiano. Proseguite la cottura fino a terminare l’impasto. Servite gli gnocchi ben conditi. Teneteli al caldo o gratinateli in forno. Serviteli prima possibile.

Gli gnocchi sono buoni anche il giorno successivo ma tendono ad aumentare la consistenza ed essere meno morbidi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la seguente frase... Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.